Il coriandolo, la pianta che seda la tosse e aiuta il respiro

salmone coriandolo

Il Coriandolo (Coriandrum sativum) – conosciuto anche col nome di prezzemolo cinese – è una pianta dalle mille proprietà medicinali. Questa spezia appartiene alla famiglia delle Ombrelliferae ed è originaria dei Paesi del Mediterraneo. Ha un’aroma molto delicato che la rende perfetta per insaporire zuppe, minestre e verdure.
Il suo frutto, comunemente chiamato seme, ha una forma sferica di piccole dimensioni e ha un colore colore giallastro con delle scanalature sulla superficie.

Le proprietà
Il coriandolo è in grado di rimuovere i metalli pesanti dalle nostre ossa e dal nostro sistema nervoso centrale. Inoltre, è ricco di minerali come calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, rame, zinco, selenio e manganese. Il coriandolo è anche un concentrato vitaminico, essendo ricco di vitamine A, vitamine del gruppo B, C, E, K.
Questa pianta, avendo un elevato contenuto di ferro, è benefica in caso di anemie. Ma non solo: il coriandolo stimola la produzione di insulina nel pancreas e regola quindi il corretto assorbimento degli zuccheri nel sangue. Inoltre, le sue foglie contengono una dose significativa di beta carotene, apportando così ottimi benefici per la vista.
Infine, cure le afte, migliora i problemi digestivi e fortifica il sistema immunitario.

Gli usi
Il coriandolo lo consiglio spesso ai miei pazienti in caso di tosse, in quanto funge da mucolitico.
Per sfruttarne al meglio le proprietà, preparate una buona tisana di foglie di coriandolo che vi aiuterà a respirare meglio.