CODICE ETICO SOULKITCHEN.BIO

Recentemente, sta emergendo a livello mondiale un nuovo concetto che si basa sui principi della Responsabilità Sociale d'Impresa, ovvero il concetto di Valore Condiviso.

L’idea di Valore Condiviso sistematizza quanto è già stato sviluppato dalla teoria e dalla pratica in termini di Corporate Social Responsibility, contestualizzando il tema della sostenibilità sociale e ambientale su un livello più strategico che deve avere impatti fino alla reale bottom line di business.

Nel sistema di gestione aziendale di SoulKitchen.bio, l'attenzione alla comunità e agli stakeholders è divenuta di importanza cruciale.

I principi alla base della CSR di SoulKitchen.bio hanno come scopo quello di migliorare la qualità della vita della comunità.

SoulKitchen.bio ha messo al centro della propria policy la comunità non solo i suoi particolari stakeholder. Questo per evitare di adeguarsi ad una “etica” particolare, provinciale portando la CSR ad essere un insieme di “etiche” di “comodo” e d'"immagine" con tante regole particolari (morali, ideologiche) rinunciando “ad applicare un modello sociale condiviso”. 

SoulKitchen.bio ritiene che un prodotto non debba essere apprezzato unicamente per le caratteristiche qualitative esteriori o funzionali ma anche per le sue caratteristiche non materiali, quali le condizioni di fornitura, i servizi di assistenza e di personalizzazione, l'immagine ed infine la storia del prodotto stesso.

L'enunciazione di tale policy parte dal presupposto che l'attività d' impresa, pur restando imperniata sull'aspetto economico, non possa trascurare una serie di istanze interne ed esterne all'impresa, capaci di caratterizzare l'ambiente in cui l'impresa opera.

I parametri che SoulKitchen.bio ha voluto aggiungere al profitto aziendale riguardano una serie di variabili interne all'azienda, come relazioni umane, coinvolgimento degli addetti, consapevolezza dei ruoli, gratificazione e fidelizzazione, a cui si accompagnano parametri esterni come rapporti con clienti e fornitori. 

Il successo della nostra CSR viene calcolato attraverso il grado di soddisfazione dei vari target a cui ciascuna attività svolta è rivolta come processo e prodotto dell'impresa, secondo ben definite modalità quanti-qualitative.

La consapevolezza dei consumatori, circa la centralità di tali aspetti e la “tracciabilità storica” della catena dei processi, sta guadagnando importanza.

Risulta pertanto evidente come l'impegno “etico” dell'impresa sia basilare nella “catena del valore” prospettando così l'utilizzo di nuovi percorsi e leve competitive coerenti con uno “sviluppo sostenibile” per la collettività. 

SoulKitchen basa il proprio modello di business su 3 principi:

1    Etica e sostenibilità;

La situazione agroalimentare nel nostro paese, più in generale in Europa e ancora più in generale nel mondo è drammatica, sia in campo ambientale sia in campo sociale.

I suoli pochi anni fa erano più fertili: manca l’acqua, perdiamo l’humus.

L’agricoltura e l’allevamento intensivo fanno un consumo smodato di acqua.

In questo periodo si parla moltissimo di gastronomia di “super-ristorazione”, ma viviamo in un paese in cui si pagano 9 centesimi al chilo le carote, 27 centesimi al litro il latte… Le aziende agricole stanno morendo.

Per SoulKitchen essere sostenibili significa partire dalla base:

Se stiamo distruggendo le aziende agricole, dobbiamo tornare a dargli "linfa", acquistando prodotti freschi e regionali da coltivatori e allevatori di qualità, pagandoli il giusto valore, in modo che continuino ad esistere e migliorare;

Se stiamo stressando la terra dobbiamo ridare fertilità ai suoli; per farlo dobbiamo ricominciare a seguire la stagionalità dei prodotti e permettere la rotazione delle colture;

Se stiamo sprecando l’acqua, va ricordato che l’80% delle risorse idriche mondiali attualmente è utilizzato per agricoltura e allevamento intensivo dobbiamo ridurre il consumo di proteine di origine animale. Meno ma meglio.

Il cambio di paradigma non è semplicemente morigeratezza e sforzo, ma piuttosto evoluzione del sistema, che permette quindi, a caduta, sia un risparmio delle risorse, sia un aumento della qualità intrinseca del prodotto, sia una reale soluzione ai problemi di occupazione e distribuzione del reddito.

2    Divulgazione di una più evoluta cultura alimentare;

Analizzando il modo con cui si produce, e consuma, cibo in epoca contemporanea risulta evidente una forte crisi antropica ed entropica. 

Per operare contro una confusione dilagante in campo alimentare i nuovi paradigmi sono: rispetto per chi lavora ed il rispetto per la terra.

Attualmente sul nostro Pianeta produciamo cibo per 12.000.000.000 di persone; ma siamo “solo” 7.000.000.000 di esseri umani; 1.000.000.000 dei quali non mangia; mentre 1.700.000.000 persone soffre di malattie connesse all’iperalimentazione. 

Ciò significa che quasi la metà del prodotto edibile viene sprecato. 

Il cibo ha perso valore.

SoulKitchen.bio, oltre a produrre e vendere cibo, utilizza il 20% delle proprie risorse umane per fare formazione alla clientela.

Una clientela che, a sua volta, ogni giorno, è in contatto diretto con il pubblico.

Ecco perché SoulKitchen.bio contribuisce a creare una nuova cultura alimentare.

Il dato medio, da ricerche ONU, indica che oltre il 40% di ciò che produciamo sulla terra viene buttato via: dobbiamo ridurre lo spreco. Questo lento processo di miglioramento porterebbe a un automatico risparmio di risorse, a una diminuzione dei prezzi di acquisto, a un equo pagamento della forza lavoro e a un innalzamento della qualità delle produzioni.

SoulKitchen.bio attraverso l’utilizzo e lo sviluppo di software gestionali, sta ottimizzando i propri processi produttivi riducendo gli esuberi di produzione al 6%.

Questa ottimizzazione dei costi consente di offrire ai clienti prodotti d’alta qualità, acquistati in una filiera controllata che da il giusto valore alle materie prime, vendendoli a prezzi simili al "mercato tradizionale".

3    Ausilio al miglioramento dei processi d’impresa.

Le aree aziendali che maggiormente influiscono sui costi del prodotto sono, di norma, ricerca e sviluppo, acquisti e manodopera. Con il prodotto SoulKitchen.bio queste tre voci di costo vengono drasticamente abbattute in quanto la ricerca e lo sviluppo dei prodotti non sono più a carico del cliente. Grazie alle consegne giornaliere e agli ordini tramite app il magazzino è quasi completamente annullato e gli acquisti di merci deperibili sono più controllati. Infine, la manodopera, cuore pulsante dell’impresa, (l’area in cui viene generato il valore che viene trasferito al Cliente) è ottimizzata: diminuiscono così errori e difetti che comportano “rifacimenti” e si eliminano procedure non necessarie, riducendo i costi di personale e il trasporto di merci da un sito a un altro.